Vuoi risparmiare? Usa il Kakebo! 

Ho conosciuto il Kakebo solo poco tempo fa, per puro caso, navigando online. C’era disegnato un porcellino salvadanaio così, incuriosita, ho deciso di approfondire l’argomento e nel giro di subito sono andata in libreria ad acquistarlo. Ma di cosa si tratta esattamente?

Il Kakebo non è altro che un libro dei conti di casa che utilizza un metodo giapponese per tenere sotto controllo le proprie finanze. In questo modo riusciremo a capire se eccediamo nelle spese, in cosa eccediamo e nella reale utilità delle cose che acquistiamo per renderci conto se veramente valeva (e varrà ancora) la pena di acquistarle.

Il Kakebo è stato lanciato sul mercato nel 1904 da Motoko Hani, prima giornalista giapponese che fondò una delle più importanti riviste femminili ancora oggi esistente: “Fujin no tomo” (che in italiano significa “La compagna della donna”) in cui dava consigli alle lettrici sull’importanza di tenere nota delle entrate e delle uscite finanziarie. Fu così che nel 1904 nacque il Kakebo.

Questo piccolo e compatto libro di circa 188 pagine, comodo nelle misure per tenerlo, per esempio, in borsa e aggiornarlo anche in tempo reale, l’ho trovato un vero e proprio portento. C’è da dire che ha edizioni annuali, essendo una vera e propria agenda giornaliera dei conti (se vuoi comprarlo ora, dovrai acquistare il Kakebo 2017); è davvero molto semplice ma d’effetto: i protagonisti sono un maialino salvadanaio e un lupo spendaccione. È diviso in mesi che a loro volta sono divisi in settimane e giorni. All’inizio di ogni mese c’è una pagina riepilogativa dove annoteremo in un registro non solo le entrate del mese ma anche le uscite fisse (bollette, affitto, mutuo e così via). La sottrazione delle uscite fisse dalle entrate ci servirà a capire di quanto denaro disponiamo effettivamente in quel mese. Alla fine di ogni mese sapremo se siamo dei buoni risparmiatori o siamo dei totali spendaccioni.

Questo metodo garantisce un risparmio del 35% delle nostre finanze, aiuta ad autodisciplinarsi e a conoscersi ed è un vero e proprio rito che favorisce la tranquillità e libera le energie mentali (così si legge nel libro ed io posso confermare).

Troverete sorprendente scoprire quanti soldi letteralmente buttiamo. Io ho provato molta vergogna quando ho messo per iscritto le mie spese perché mi sono resa conto di non essere la brava risparmiatrice che credevo di essere.

Insomma, il successo è garantito. Sinceramente sono migliorata molto e sono contenta ogni giorno di questo mio acquisto perché per me è molto importante risparmiare. E voi cosa aspettate ad entrare a far parte del team maialino risparmiatore?

Con affetto,

La Viandante


I CONTENUTI QUI RIPORTATI (PER “QUI” SI INTENDE WWW.LAVIANDANTE.COM) SONO PROTETTI DAL DIRITTO D’AUTORE, TUTELATO DALLA LEGGE 633 DEL 22/04/1941. © ALL RIGHTS RESERVED

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...