Riciclo creativo: come fare un albero di Natale con palline e materiali di scarto. (Immagine nell’articolo)

E’ un po’ che non scrivo sul mio blog ma questi due mesi sono stati veramente pesanti per me perché ho ultimato il mio trasloco e trasferirsi da una città all’altra, da una regione all’altra, (tra l’altro con le mie adorabili micie che non lascerei per niente e nessuno al mondo) non è esattamente una passeggiata; ma niente è impossibile e con tanta pazienza si può affrontare tutto.

Così, questa mattina, nella mia tutona di pile che mi fa sembrare almeno 10 kg in più, accompagnata da una “bella” influenza che ha trasformato la mia voce in quella di Marge Simpson e il mio naso in quello di un clowne, ho trovato finalmente il tempo per dedicarmi ad un articolo un po’ diverso da quello che è il tema principale de La Viandante e quello che farò è proporvi un mio progetto dell’anno scorso che spero apprezzerete.

Ebbene si, in un’atmosfera quasi del tutto natalizia, ascoltando alcuni tra i più grandi classici canti del periodo più magico dell’anno, scriverò del Natale, il periodo dell’anno che preferisco proprio per la sua magia, quella che riempe l’aria di ricordi tanto felici anche se un poco malinconici.

Questa festività mi emoziona talmente tanto che ogni volta conto i giorni che si avvicinano all’8 Dicembre, giorno dell’Immacolata e che la tradizione ha scelto per la posa in opera dell’albero di Natale e di tutti gli addobbi natalizi. Questa volta, però, non ho saputo aspettare e il mio albero di Natale è già pronto! Volete vederlo? No, dai… più avanti!

E come succede ogni anno, mi sto dando alla pazza gioia con gli allestimenti per trasformare la mia casa in un luogo quasi da fiaba e, come ogni volta, dagli scatoloni ho tirato fuori materiali più o meno rovinati che sono andati ad aggiungersi a quelli in “eccesso”. Tra questi materiali c’erano molte palline…

Non avendo alcuna intenzione di buttare nulla (sappiamo tutti quanto costa ogni singolo accessorio natalizio), ho pensato di crearci qualcosa. E allora perché non costruire un mini albero di Natale? Detto fatto!

riciclo-creativo-copyright-la-viandante

Vi piace? A me moltissimo e mi ritengo davvero soddisfatta!

E’ stato semplicissimo realizzarlo, pensate che è stata la mia prima volta e ho impiegato pochissimo tempo per farlo! Ma andiamo a vedere cosa occorre per la costruzione di questo piccolo capolavoro…

Per realizzare il mio piccolo albero di Natale ho utilizzato:

  1. Palline di Natale rosse con motivi dorati (ma potete utilizzarne del colore che preferite);
  2. Fiocco dorato (scegliete il colore che vi piace o createlo direttamente voi con del nastro che preferite);
  3. Tulle rosso (scegliete la stoffa e il colore che preferite);
  4. Cartone doppio ondulato (potete dargli la forma che preferite. In alternativa utilizzate qualsiasi cosa utile a creare una base);
  5. Pannolenci verde (anche in questo caso, libera scelta);
  6. Fogli di giornale;
  7. Bastoncini di colla a caldo;
  8. Pistola per colla a caldo.

1. Per prima cosa ho fatto riscaldare la pistola e la colla (sono bastati pochi minuti);

2. Nel frattempo ho steso due o tre fogli di giornale, uno sull’altro, per evitare di sporcare o danneggiare, con la colla a caldo, la superficie di lavoro;

3. Ho poi preso la prima fila di palline, le ho pulite per bene e le ho incollate con la colla a caldo, una accanto all’altra, seguendo un cerchio e avendo cura di nascondere verso l’interno le parti più danneggiate o rovinate e i gancetti. Ho fatto asciugare la colla tra una posa e l’altra, in modo da evitare che la struttura si muovesse durante l’assemblaggio. Una volta completato il “cerchio” ho preso le altre palline e ce le ho incollate sopra, una alla volta, procedendo sempre a cerchio. Ho fatto così anche per il piano successivo, fino ad incollare l’ultima pallina alla punta, questa però con il gancetto posto verso l’alto, in modo da avere un appiglio semplice e carino per il fiocco;

4. Una volta completato il cono, ho preso del tulle rosso che avevo in eccesso, tra l’altro anche abbastanza rovinato (praticamente da buttare) e l’ho infilato a caso all’interno del cono. In questo modo ho evitato di lasciare parti vuote all’interno dell’albero e ho creato un riempimento carino e di un certo effetto;

5. Infine ho preso un fiocchetto dorato e l’ho sistemato sull’ultima pallina tramite l’apposito gancio che ho avuto cura di lasciare verso l’alto.

Il mio albero di Natale è pronto! Ma manca una base d’appoggio carina…

Ho ritagliato a forma esagonale un pezzo di cartone e l’ho rivestito con del pannolenci verde avanzatomi dall’anno scorso. Ho incollato, sempre con la colla a caldo, la stoffa al cartone e così via. Ecco pronta la base d’appoggio per il mio alberello. Ora sì che è tutto perfetto!

E pensare che sarebbe potuto finire tutto nella pattumiera!

Spero che questo articolo vi sia piaciuto e che possa esservi utile o di ispirazione per i vostri allestimenti natalizi.

Con affetto,

La Viandante


I CONTENUTI QUI RIPORTATI (PER “QUI” SI INTENDE HTTP://WWW.LAVIANDANTE.COM) SONO PROTETTI DAL DIRITTO D’AUTORE, TUTELATO DALLA LEGGE 633 DEL 22/04/1941. © ALL RIGHTS RESERVED
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...